I percorsi in mountain bike dell’ Abruzzo: grandi passeggiate in bicicletta immersi nel verde

I percorsi in mountain bike dell’Abruzzo  sono tra i più visitati del centro Italia, infatti  grazie alla presenza degli Appennini, gli appassionati della mountain bike hanno  grandi possibilità di divertimento sulle montagne abruzzesi.

Itinerari in mountain dell’ Abruzzo

Gli itinerari in mountain bike dell’ Abruzzo si snodano su i grandi massicci montuosi che attraversano la regione,  tra boschi rigogliosi e una vegetazione  incontaminata che permette al biker di uscire dalla monotonia della città e diventare una cosa sola con la natura circostante.

La Majella

Il secondo massiccio più grande degli Appennini è un luogo dove sono presenti numerosi percorsi per mountain bike  immersi tra le montagne con  degli interessanti sali scendi  all’ interno del Parco Nazionale della Majella.

Il più bello  tra questi percorsi è quello che da Palena porta al santuario della Madonna dell’ Altare, che si disimpegna  su  una strada sterrata con pascoli estesi ai lati  con la visione del monte Porrara.

Dopo diversi tornanti in salita  superando Gamberale e Pizzoferrato si giunge a 1400 metri d’ altezza, da dove  attraversando fitti boschi si scende fino al santuario situato all’ interno del bosco di Madonna dell’ Altare.

Per tutti quelli che scelgono di passare qualche giorno di vacanza sulla Majella provando tutti i percorsi in mountain bike di questa parte dell’Abruzzo, c’ è ampia possibilità di pernottamento in albergo.

Sulla Majella non mancano i ristoranti dove gustare i prodotti tipici delle montagne Abruzzesi, come le varie zuppe e cacciagione di prima scelta.

Parco nazionale dell’Abruzzo

Il Parco nazionale dell’ Abruzzo offre a tutti gli appassionati della bicicletta una ragguardevole numero d’ itinerari  nel verde di quello, che è considerato una dei parchi più belli di tutta l’Italia.

Il percorso più impegnativo è quella che da Pescasseroli porta al Santuario del monte Tranquillo, che presenta un ampio tratto di sterrato nel sottobosco del parco  fino ad arrivare al  piccolo  paese di montagna di Opi dove vi sono piccole stradine sterrate  con tornanti molto complicati da affrontare.

Nel parco dell’Abruzzo non manca la possibilità di pernottamento in albergo, visto che la zona è molto visitata soprattutto in  inverno,  le buone forchette qui hanno l’ imbarazzo della scelta  nei ristoranti della zona è possibile mangiare piatti come:  spaghetti alla chitarra con carciofi  e fettuccine con i funghi freschi.

Gran Sasso

Il massiccio del Gran Sasso è la catena montuosa più grandi degli Appennini ed emblema del turismo montano dell’ Abruzzo, quindi i percorsi in mountain bike sono una di quelle tappe obbligatorie per gli amanti della mountain bike.

L’ itinerario del Gran Sasso consigliato è quello che da Bussi del Tirino porta a Ofena, questo si  svolge lungo il fiume Tirino tra piccole stradine sterrate e tornanti  e curve molto tecniche il tutto con  immersi nella natura, guadando quando è necessario tratti del fiume fino ad arrivare alla splendida  chiesetta longobarda di S.Pietro ad Oratorium  e  ad un antico villaggio popolato da pastori.

Il monte Gran Sasso ospita numerosi centri sciistici, meta di turisti d’ inverno, quindi per chi ama la mountain bike e vuole passare una vacanza  estiva all’ insegna dello sport  non mancano hotel dove effettuare il pernottamento, inoltre è quasi obbligatorio fermarsi per mangiare nei ristoranti tipici della zona per assaggiare la cucina locale che offre prelibatezze come: i taglioni con le polpette e il timballo con le crespelle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *