Manutenzione della mountain bike: ecco gli oggetti indispensabili da avere!

Manutenzione Mountain bike

Arriverà il momento, per tutti gli appassionati, di voler mettere mano alla propria bici ed iniziare a fare un po’ di manutenzione alla propria mountain bike.

Può capitare che sarà indispensabile, perché abbiamo bucato durante il nostro giro o semplicemente una volta a casa ci accorgiamo di alcune piccoli “difetti” dovuti all’uso normale della bici.

Oltre, però, ad imparare come effettuare questi interventi è fondamentale anche avere gli attrezzi giusti per effettuare tutte le operazioni almeno ordinarie.

Utilizzare i giusti attrezzi per la manutenzione della mountain bike, ci farà risparmiare tempo e denaro, per poterli naturalmente poi investire sempre sulla nostra bici ma magari per cose più importanti. Gli strumenti che si utilizzano sono quasi tutti comuni in ogni normale officina, ma ci sono alcuni attrezzi specifici per le biciclette.

 Ecco i nostri “indispensabili”:

Chiavi a brugola

Manutenzione Mountain bike

Sulla tua MTB troverai principalmente viti e bulloni di due tipi: a testa esagonale e a brugola. Nella manutenzione della tua mountain bike troverai brugole sul deragliatore, sui portaborraccia, sulla serie sterzo e sugli attacchi del manubrio.

Di norma è un tipo di chiave che è già presente nei nostri garage e banchi di lavoro, ma se dobbiamo comprarle è comodo dotarsi di un kit da più misure, che troviamo in qualsiasi rivendita di strumenti e attrezzi.

Per lavori più complessi, come smontare i movimenti centrali o il cambio posteriore, può essere necessario acquistare brugole con leva allungata.

Chiavi InglesiManutenzione Mountain bike

Molto più utili con biciclette di una certa età, le chiavi inglesi sono un altro di quegli attrezzi che è sempre meglio avere nella nostra cassetta.

Con un set dai 6mm ai 17 mm, compriamo tutte le misure utili, e se possiamo, dobbiamo preferire le chiavi con la “forchetta” da una parte ed il poligono chiuso dall’altra.

Cacciaviti

manutenzione mountain bike

Beh, avere un cacciavite in casa è fondamentale non solo per la manutenzione della bicicletta.

Nel nostro caso il consiglio è acquistarne un set formato da due/tre misure per tipologia (intaglio, croce, e ,perchè no, Torx) e con la punta magnetizzata. Il magnete ci semplificherà la vita quando dovremmo serrare una vite in qualche posizione scomoda.

Nella manutenzione della mountain bike, sono diversi i punti dove troveremo una vite, a partire dalle regolazioni di freni e cambio fino a tipi particolari di reggisella.

CacciagommeManutenzione Mountain bike

Da portare sempre con noi, servono per smontare i copertoni. Indispensabili in caso di foratura, privilegiamo quelli con l’anima di metallo ed il rivestimento in plastica.

Da evitare, se possibile, quelli solo in plastica o solo in metallo: quelli in plastica di piegano e spezzano, mentre i secondi possono tagliare il copertone o rigare il cerchio. Naturalmente togliere il copertone, comporta avere e saper sostituire la camera d’aria.

Tira-raggi

Manutenzione Mountain bike

Uno strumento di una semplicità unica ma fondamentale. I raggi delle ruote della nostra mountain bike, con il tempo e le sollecitazioni, possono allentarsi. Un utensile specifico, come il tira-raggi, ci permette di agire sui nippli ( gli innesti sul cerchio che mantengono in tensione i raggi) e avvitarli, rimettendo così in tensione il raggio.

Lo strumento è molto semplice da usare, ma sbagliare il tiraggio dei nostri raggi può influire sul rotolamento del cerchio sul suo asse rispetto al mozzo e sulla forma della ruote. Se quindi non ci sentiamo sicuri del nostro operato, sarà meglio rivolgerci ad uno specialista.

Pompa a colonna o piccolo compressoreManutenzione Mountain bike

Durante un’uscita in caso di foratura o di ruota sgonfia per altri motivi, essendo una “situazione d’emergenza” dobbiamo sempre aver con noi la nostra pompa portatile. Quel tipo di pompe, avendo una leva del movimento corta ed essendo molto piccole non ci permettono di dare alla ruota la pressione ideale, ma solo per tornare a casa e completare il giro.

Per la nostra officina, il nostro consiglio è di acquistare una pompa a colonna manuale o un piccolo compressore elettrico.

La pompa a colonna sfrutta sempre lo stesso principio di leva manuale ma ha una portata d’aria maggiore ed, essendo a terra, abbiamo possibilità di mettere più forza e quindi dare più pressione. La totalità di questo tipo di pompe, ormai, ha anche il manometro per avere un maggior controllo sulla pressione.

Per quanto riguarda i piccoli compressori non abbiamo molte indicazioni, a parte evitare quelli troppo economici che sono chiaramente di bassissima qualità.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *